IL CENTRO DI ASCOLTO E ORIENTAMENTO “Carlo Pizzi”

IMG-20150527-WA0004Destinatari: minori accompagna ti da un adulto, giovani e adulti di entrambi i sessi e famiglie che, non riuscendo più a dare una risposta ai problemi legati ad una situazione di disagio, chiedono aiuto agli educatori.

Il contatto con il Centro può avvenire telefonicamente o recandosi direttamente presso la sede in

VIA NAZIONALE, 57  (SS 184)- 89135 – SAMBATELLO – RC +39 0965 644389

Il percorso di orientamento è strutturato in 4 incontri che hanno l’obiettivo di:

-  accogliere e decodificare la richiesta di aiuto (1° colloquio): nel colloquio di conoscenza l’educatore ascolta i motivi che hanno condotto la persona a dovere chiedere aiuto, reperisce le informazioni personali e anamnestiche che il soggetto è in grado di fornire, cerca di creare un’alleanza terapeutica che consenta all’utente di fidarsi e andare avanti nel percorso intrapreso;

-  valutare lo stato di salute e le condizioni psicologiche individuali (2° e 3° colloquio): in questa fase il soggetto viene sottoposto a consulenza psicologica e/o psichiatrica e redige una batteria di test che hanno l’obiettivo di fornire elementi concreti per la definizione della diagnosi psicologica e della dipendenza.

-  offrire una risposta adeguata attraverso un colloquio di restituzione (4°colloquio): in questo incontro la persona, e i familiari che la accompagnano, ricevono una restituzione circa il portfolio di informazioni raccolte e una proposta di aiuto ritenuta maggiormente valida e opportuna per il trattamento delle problematiche emerse. Ciò può riguardare la presa in carica diretta presso il centro semiresidenziale, o l’inserimento presso la comunità terapeutica o l’invio ad altre strutture e/o servizi.